Citazione

Vacanze di Natale

albero di abbracci

Posto per gli assenti i compiti per le vacanze di Natale che sono stati distribuiti durante gli ultimi giorni di scuola.

Ed il mio augurio più sincero verso tutti voi: studenti, famiglie, ex-studenti, amici….

Continua a leggere

Immagine

La Grande Guerra

PostaCarsoPosto per i ragazzi di 3°E le mappe sulla prima guerra mondiale tratte dal sito https://diegocare.wordpress.com/ e dal sito http://www.mappe-scuola.com/ entrambi utilissimi!!!

cause-prima-guerra-mondialegrande-guerra prima-guerra-mondiale_completaprima-guerra-mondialeprima guerra mondiale.lui la prima guerra mondiale - la fine -

Nell’ordine in .pdf:

Citazione

“The help”: due fette!!!

Tolstoj

VENDETTA E PERDONO

La vendetta è un piatto che non va mai servito,
né freddo, né caldo e neanche condito,
è una brutta pietanza che va eliminata
da ogni bella tavola imbandita.
Servi sempre un bel piatto di perdono,
quello sì è il cibo più buono,
servilo a tutti in grande abbondanza
e tieni in caldo quello che avanza,
cosicché tu sempre ne abbia
quando devi placar la tua rabbia.
Non è semplice la sua ricetta,
ha bisogno di tempo e pazienza,
ma di certo questa è una pietanza
che dà effetti che non dà la vendetta.
Se qualcuno, ahimè, ti fa male,
altro male non può riparare,
non si può spegner fuoco col fuoco,
sarà acqua il perdono nel rogo.

G. Bruno

Qualcosa di cui andare fieri

prima-donna-italiana-laureata-nel-mondo

Onore al merito. Un orgoglio per noi italiani, e la maggioranza di noi, probabilmente, nemmeno lo sa. La prima donna laureata al mondo, infatti, proviene dal nostro Paese.

Lei si chiama Elena Lucrezia Cornaro Piscopia, è nata a Venezia nel 1646 ed è la quinta di sette figli. I suoi genitori erano il patrizio Giovanni Battista Cornaro e Zanetta, una donna di umili origini. Continua a leggere

Citazione

Teach Peace!

pace

GUARDA LÀ FUORI

Guarda là fuori: cosa succede?
Non ha alcun senso ciò che si vede.
Botti e scintille, gente che muore,
c’è tanto odio, troppo dolore.
Poi c’è chi urla: ”Attento a quello,
vuol farti male, non ti è fratello!”
e per paura o ignoranza,
trasforma in incubo la tua esistenza.
Guarda là fuori: che sta accadendo?
Quel che si vede è triste e orrendo:
odio su odio, guerra su guerra,
stan distruggendo tutta la Terra.
Dammi la mano, andiamo fuori
e non facciamo gli stessi errori
che di vendetta non c’è bisogno,
non può mai l’odio far vero un sogno.
Non può alcun Dio, lassù nel cielo,
volere tutto questo davvero.

G. Bruno